Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for gennaio 2014

ANNULLATA LA GARA PER LA GESTIONE, IN QUATTRO ANNI BUCO DA 100 MILIONI.

La poltrona di Antonio Mastrapasqua, che pure sembrava destinata all’eternità, traballa? Niente paura. All’Inps restano alcune certezze inscalfibili. La gestione dell’enorme patrimonio immobiliare dell’Inps – 13 mila e dispari edifici dal valore di quasi 2 miliardi secondo una relazione della commissione parlamentare di controllo sugli enti previdenziali – è un tradizionale buco nero gestionale che non accenna a chiudersi, anzi ogni anno porta alla vicenda nuove e più complicate forme di débâcle amministrativa. Quanto al passato, bastino i numeri del 2012 della Corte dei conti.  (altro…)

Read Full Post »

Giannelli

Read Full Post »

FCA

Saccomanni: “Nulla di irregolare”. Befera: “Verificheremo”
L’auto.

MILANO— «Nulla di irregolare». È la voce del ministro dell’Economia, Fabrizio Saccomanni, a rompere il silenzio sul trasferimento della Fiat all’estero, seguita da quella dello sceriffo delle tasse, Attilio Befera. «Verificheremo il pieno rispetto delle leggi fiscali italiane», ha ribadito più prudentemente il direttore dell’Agenzia delle Entrate.
Il modello di partenza che Sergio Marchionne ha in mente per fondere la Fiat Auto con la Chrysler è lo stesso utilizzato per le controllate che operano nella produzione di trattori e camion, l’italiana Fiat Industrial spa e la olandese Cnh Nv: la sede fiscale sarà nel Regno Unito, quella legale in Olanda. Una fusione transfrontaliera, in cui una società italiana diventa olandese e stabilisce la sede fiscale in Inghilterra. (altro…)

Read Full Post »

impeachment

Il Presidente della Repubblica, On. Giorgio Napolitano, nell’esercizio delle sue funzioni, ha violato – sotto il profilo oggettivo e soggettivo, e con modalità formali ed informali – i valori, i principi e le supreme norme della Costituzione repubblicana. Il compimento e l’omissione di atti e di fatti idonei ad impedire e a turbare l’attività degli organi costituzionali, imputabili ed ascrivibili all’operato del Presidente della Repubblica in carica, ha determinato una modifica sostanziale della forma di stato e di governo della Repubblica italiana, delineata nella Carta costituzionale vigente. Si rilevano segnatamente, a seguire, i principali atti e fatti volti a configurare il reato di attentato alla Costituzione, di cui all’articolo 90 Cost. (altro…)

Read Full Post »

Travaglio (altro…)

Read Full Post »

Sonia GhandiAL PROCESSO FINMECCANICA IL PM FUSCO MOSTRA LA LISTA DELLE PERSONE SU CUI FINMECCANICA VOLEVA FARE PRESSIONI: DAL BRACCIO DESTRO DI SONIA GANDHI AL PREMIER SINGH.

Ecco la carta che potrebbe rendere incandescente la partita tra il governo indiano e l’Italia. Da un lato il destino dei nostri marò, Massimiliano La Torre e Salvatore Girone. Dall’altro lato, secondo un documento agli atti della Procura di Busto Arsizio, ci sono politici in India che hanno preso mazzette milionarie da Finmeccanica per la commessa degli elicotteri Agusta del 2010. La lettera che potrebbe complicare le relazioni tra i due Paesi la pubblichiamo accanto ed è stata trovata nella villa sul lago di Lugano del consulente italiano residente in Svizzera, Guido Ralph Haschke, imputato per corruzione insieme all’ex presidente di Finmeccanica Giusppe Orsi e ad altri consulenti e manager, con l’accusa di avere pagato 30 milioni di euro di mazzette a pubblici ufficiali indiani per favorire Agusta Westland nella gara per la commessa degli elicotteri AW101. (altro…)

Read Full Post »

Preferenze e conflitto d'interessiMa la minoranza del Pd insiste: il testo va migliorato.

ROMA— Preferenze e conflitto d’interessi. Sono questi i due scogli su cui può infrangersi l’accordo sulla legge elettorale nei prossimi giorni quando comincerà l’esame degli emendamenti. Matteo Renzi però ha già alzato le antenne. «Sono preoccupato anche per il voto di oggi sulle pregiudiziali di costituzionalità. Questo è un patto che nasce fuori dal Parlamento, arriva solo adesso alla prova dell’aula. Deve partire bene, senza intoppi». Anche perché il segretario del Pd ha fretta: «Alla Camera l’ideale sarebbe non toccare nulla. Per approvare il testo entro la metà di febbraio, dare un segnale di serietà e di forza. Poi, al Senato qualche cambiamento si può fare. L’importante è che la riforma non finisca subito nella palude». (altro…)

Read Full Post »

Older Posts »