Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘santoro’

SantoroSalone di Torino – Santoro contro il servizio pubblico.

(altro…)

Annunci

Read Full Post »

SantoroOggi voglio parlarvi delle novità che attendono tutti noi del Fatto Quotidiano a partire da martedì. Prima però apro una parentesi su un qualcosa di molto vecchio che ho trovato ieri sul Corriere della sera. La firma è sorprendente: quella del critico televisivo Aldo Grasso, che sa molto di tv ed è spesso discutibile, ma mai banale. Ieri invece ha scritto una frase che sembra uscita dalla bocca di un vecchio colonnello in pensione, di quelli con i mustacchi, i favoriti, il monocolo, il panciotto, l’orologio a cipolla nel taschino e la gamba di legno. Dovendosela prendere con Rosso di Sera e con Santoro, s’è scagliato contro tre donne di spettacolo che hanno preso parte alla serata di giovedì dalla piazza di Firenze: Sabrina Ferilli, Monica Guerritore e Alba Parietti: “Oh, ma queste tricoteuses del rosso di sera, a parte qualche peccatuccio di gioventù, avessero mai sposato un contadino, un operaio, un cassintegrato!”. Quindi, per essere di sinistra, una donna deve sposare un proletario. A parte il maschilismo un po’ grottesco che vi si nasconde (giudicare una donna dal suo uomo, e naturalmente mai viceversa), questo sragionamento si presta a ben più avvincenti sviluppi. (altro…)

Read Full Post »

Michele-SantoroLA SERATA FIORENTINA SU LA7 CHIUDE IL CICLO DI SERVIZIO PUBBLICO: “DAVVERO CREDETE CHE IO SIA UN TRIBUNO? RENZI MI HA DETTO IN BOCCA AL LUPO E IO A LUI”.

A noi ci piace il rosso”, così saluta Michele Santoro. Il rosso in televisione con maglie, sciarpe e fiori. Il rosso di Firenze, il tramonto che avvolge lo sfondo con Palazzo Vecchio e il mastodontico Duomo. Il Rosso di sera, che poi è il titolo di questa puntata speciale di Servizio Pubblico, una trasmissione che fu generata in piazza – quattro anni fa, a Bologna – e che in piazza finisce. Ha scelto il rosso, Santoro, per il congedo dal pubblico e la capitale del renzismo che, a poco a poco, quasi timorosa, si ribella al partito unico, al pensiero unico, al Matteo unico.   QUANDO PARTE la colonna sonora, i riflettori rossi accendono la passerella rossa – aggettivo e sostantivo ricorrente – e sale Santoro, indugia un attimo, la telecamera stringe, mette su l’espressione irriverente e domanda: “Ma veramente credete che io sia un tribuno? In tanti ci hanno imitati, però non si può imitare l’anima di un programma”. (altro…)

Read Full Post »

Travaglio (altro…)

Read Full Post »

La letteraIL CONSIGLIERE RAI ANTONIO VERRO, IL 25 AGOSTO 2010, SCRIVE AL PREMIER BERLUSCONI. PIANO PER SABOTARE IL SERVIZIO PUBBLICO. OBIETTIVO PRINCIPALE: “ANNOZERO” DI SANTORO.

Le tredici righe di questa lettera sono il compendio finale del ventennio berlusconiano, il timbro ufficiale della rappresentazione pubblica dello spirito di Arcore. Di come la Rai abbia scelto di vivere felicemente (ammesso che negli anni precedenti avesse praticato uno stile diverso) sotto la suola del padrone.   È il 25 agosto 2010 e Antonio Verro, consigliere di amministrazione, scrive al premier una lettera (che l’interessato smentisce e nell’intervista qui sotto spiega i motivi) a cui allega due fogli di schede sintetiche riferibili a otto programmi di informazione. Sono le “trasmissioni che più mi preoccupano. Temo infatti che siano fortemente connotate da teoremi pregiudizialmente antigovernativi”. (altro…)

Read Full Post »

Servizio Pubblico

Il patto del nazareno è morto ma Berlusconi ancora non ha capito cosa fare. Dare il via alla stagione del fango e far saltare tutto o vedere come andrà a finire..
Nell’incertezza, dopo un periodo di vacche grasse per le larghe intese (sue), ha iniziato a vendere le azioni di Mediaset, che dal 2012 erano cresciute di parecchio.
Non per tutti sono stati anni di crisi.

In attesa degli stabilizzatori, o irrobustitori (copyright di Naccarato), il governo va avanti senza alcun ripensamento su legge elettorale o riforme costituzionali.
Che non sono una deriva autoritaria, non ditelo altrimenti i costituzionalisti si spaventano.
Diciamo che il “combinato disposto” delle riforme renderà il cittadino sempre meno necessario e partecipe delle decisioni fatte nel palazzo. (altro…)

Read Full Post »

Travaglio (altro…)

Read Full Post »

Older Posts »