Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for aprile 2013

Annunci

Read Full Post »

attentato-palazzo-chigi-caso-isolato-1Da pasquinoweb.wordpress.com

Read Full Post »

Chissà se ieri sera il neo premier Letta si è visto in tv Montalbano: il romanzo “Una voce di notte” è uno dei più politici tra quelli scritti da Camilleri. Dove, alla fine, il buono vince sulla corruzione e la malapolitica. Ma forse solo perché è un romanzo.

Ad un certo punto della fiction, ieri sera, Montalbano commenta con l’ispettore Fazio dell’arresto del figlio del presidente della provincia, un pirata della strada che gode della benevolenza delle istituzioni solo perché figlio di, di un onorevole che è anche avvocato della mafia nonché presidente di un supermercato in mano alla mafia

“ma che paese siamo diventati?”
“Questo è un paese dove un ministro dice che con la mafia si deve convivere .. io sono preoccupato, non per la mia carriera, ma per il mio paese”.  (altro…)

Read Full Post »

I numeribiagioraucci.com

Read Full Post »

BerlusconiENTRO DUE MESI POSSONO ARRIVARE A SENTENZA I PROCESSI RUBY E MEDIASET.

Countdown giudiziario per Silvio Berlusconi che nell’ultima versione della sua rinascita politica si erge a “pacificatore” dell’Italia.

Vedremo se sarà proprio così, in caso di sentenze avverse, o se minaccerà crisi istituzionali. Il fattore B, si sa, pesa tanto sulla tenuta del governo. Lunedì prossimo, 6 maggio, la Cassazione (dopo aver già rinviato il 18 aprile per l’elezione del capo dello Stato) dovrà pronunciarsi sulla richiesta della difesa del leader del Pdl di far trasferire i processi in corso da Milano a Brescia .

L’appiglio è una norma ad personam votata dal centrodestra nel 2005: la legge Cirami sul legittimo sospetto. Con questo giochino Berlusconi è riuscito a far congelare il processo Mediaset, a un soffio dalla sentenza d’appello e il processo Ruby, a un soffio dalla richiesta di condanna dei pm Ilda Boccassini e Antonio Sangermano.  (altro…)

Read Full Post »

Libertà e giustizia

Read Full Post »

 PDLLe cose che mancano.

Conflitto di interessi, intercettazioni, lotta alla corruzione e riforma del finanziamento pubblico ai partiti sono quattro scogli difficili da evitare per un presidente del Consiglio che vuole ottenere i voti del Pdl e anche del Pd. Enrico Letta se l’è cavata da buon democristiano. Chi lo nominò presidente dei giovani Dc a 25 anni, nel lontano 1991, sarebbe stato orgoglioso di lui. Nel suo lungo discorso Enrico Letta non ha citato nemmeno di striscio le parole ‘conflitto di interesse’ e ‘intercettazioni’. Ha accennato solo di sfuggita alla corruzione, come fosse un tema minore. Infine ha promesso l’abolizione dell’ultima legge sul finanziamento pubblico approvata solo a luglio (con il suo assenso) guardandosi bene dal prendere impegni sulla nuova legge, tutta da scrivere con il Pd e il Pdl, cioé i partiti che hanno approvato la legge da gettare nel cestino. Non manca un riferimento all’emergenza carceri che offre una speranza ai fautori dell’amnistia e del condono. (altro…)

Read Full Post »

Older Posts »