Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Tommaso Ciriaco’

Il retroscena.

L’ex sindaco di Milano prepara la convention di “Campo progressista”: probabile la presenza del fondatore dell’Ulivo. Quotidiani i contatti con Orlando Cuperlo in bilico: “Matteo va da un’altra parte”.

ROMA – Sfiancare Matteo Renzi, piegarlo fino a costringerlo a un programma comune e alle primarie di coalizione. Adesso la sfida di Giuliano Pisapia al leader dem è partita per davvero. Con un obiettivo: l’egemonia del campo progressista. «Noi stiamo facendo un progetto che in questo momento, purtroppo, è alternativo al Pd – scandisce l’ex sindaco – perché non ci hanno risposto sull’idea di costruire insieme un nuovo centrosinistra.

(altro…)

Annunci

Read Full Post »

Il retroscena.

Oggi la capigruppo rimanda il voto in aula alla prossima settimana. La mossa di Mdp: “Sia Gentiloni a ritirargli le deleghe”.

ROMA – La trappola del fronte antirenziano è pronta. Studiata nei dettagli da Roberto Speranza, prevede la decapitazione di Luca Lotti, ma senza accodarsi alla mozione di sfiducia dei cinquestelle. L’idea di Mdp è un’altra: un atto parlamentare che impegna Paolo Gentiloni a togliere le deleghe al suo ministro dello Sport. Cosa cambia, rispetto allo strappo grillino? Che la responsabilità ricadrebbe in capo al premier. E non rientrerebbe, ma soltanto sulla carta, nella categoria degli atti ostili contro l’esecutivo. «Il problema è politico – assicura Miguel Gotor – Qua non si tratta di sventolare garantismo o giustizialismo a giorni alterni. È tutto molto più semplice: Lupi non era indagato, eppure fu defenestrato. Da chi? Ma da Renzi, ovviamente… Ecco, chiediamo solo un po’ di coerenza».

(altro…)

Read Full Post »

emiliano

Emiliano attacca l’altro candidato Orlando: è in conflitto d’interessi perché decide sui magistrati dell’inchiesta La replica: serve più rispetto nella battaglia. Il governatore della Puglia accusa pure Napolitano e Macaluso.

ROMA – Indagati e magistrati, inchieste e colpi bassi: ecco il menù dello scontro della campagna per le primarie del Pd. A tenere alta la tensione tra i candidati ci pensa Michele Emiliano, ospite di “In mezz’ora”: «Orlando è persona onesta, ma è in situazione di potenziale conflitto di interesse — attacca il candidato — in quanto esercita da ministro della Giustizia il potere disciplinare sui magistrati che stanno indagando sul caso Consip». Di più, questo potere lo esercita anche «su di me», sostiene riferendosi al provvedimento disciplinare in discussione al Csm che lo riguarda in quanto giudice fuori ruolo.

(altro…)

Read Full Post »

mattarella

Per evitare un ritorno immediato alle urne il Capo dello Stato esplorerà il tentativo di varare un governo di scopo che assicuri stabilità e affronti il nodo della legge elettorale: l’Italicum non vale per il Senato.

Padoan in pole, ipotesi Grasso le carte in mano a Mattarella.

ROMA – E adesso tocca all’arbitro. Da settimane ogni passo di Sergio Mattarella è orientato alla stabilità, ma lo schiaffo referendario sembra rendere impossibile un governo saldo con Matteo Renzi a Palazzo Chigi. Intendiamoci: per il Colle è sempre l’attuale capo dell’esecutivo a dover decidere se restare in sella. Non sarebbe certo il Capo dello Stato, insomma, a non favorire un “Renzi bis”. Ma sono la politica, e lo stesso leader, ad essere già passati al piano B. Toccherà allora al Presidente gestire un passaggio così traumatico. A partire dalla scelta del nuovo premier, che potrebbe uscire da una terna di nomi capaci, per ragioni diverse, di sbrogliare questa matassa infernale: Pier Carlo Padoan, Piero Grasso e Graziano Delrio. Con il ministro dell’Economia in pole.

(altro…)

Read Full Post »

bersaniPier Luigi Bersani

L’ex segretario avverte: “Io sto cercando di salvarlo dal baratro, ma deve proporre subito la modifica dell’Italicum”.

ROMA – «Io davvero non capisco, non me ne faccio una ragione. Come fa Renzi a non vedere quel che sta succedendo in Europa e nel mondo? Come fa a non sentire quel che ribolle sotto di noi… Io lo sento, lo sento. Si comporta da irresponsabile, così finiamo nel burrone. Eppure il 2018 è lì che arriva. E se lui dice che vince il Sì e tira dritto, senza cambiare l’Italicum, andiamo a finire contro un muro». Pierluigi Bersani conversa mentre scende la scalinata che conduce a un’uscita secondaria di Montecitorio. Discute del futuro, del Pd e del referendum. «Se vince il No Renzi non deve dimettersi, semmai farà un altro governo…». L’ex segretario è preoccupato davvero, soprattutto dall’onda populista che rischia di travolgere tutto. E si sfoga.

(altro…)

Read Full Post »

EllekappaIl retroscena

Lo scontro sulle nomine apre la battaglia finale sulla consultazione d’autunno. La minoranza: serve impegno diretto del premier a cambiare la legge elettorale.

ROMA – «Stanno provando di nuovo a farmi cadere. La Rai è solo un pretesto». Non ha più dubbi Matteo Renzi. Ha fiutato la manovra. Si prepara a un autunno d’inferno ed è pronto a difendersi. In fondo, l’aveva avvertito anche il potente sottosegretario Luca Lotti, mettendo in guardia l’amico di una vita un attimo prima del decollo verso Rio: «Questi ci stanno riprovando, guardati le spalle». Il problema è che il pericolo è già dentro il fortino. E non si tratta solo dei bersaniani, pronti a un clamoroso strappo sul referendum.

(altro…)

Read Full Post »

Verdini

Il retroscena.

Il leader di Ala irritato per la decisione del presidente del Consiglio di abbandonare l’asse con il suo partito “Non lo aiuteremo più, vediamo se va avanti da solo”.

ROMA – «Da un anno Bersani e Speranza massacrano Renzi, e adesso sarebbe colpa di Ala? L’errore, piuttosto, è stato non partire subito con il partito della Nazione… ». I fedelissimi capiscono immediatamente che la settimana di Denis Verdini è iniziata male. Malissimo, visto che il premier non ha atteso neanche un giorno per individuare nell’alleanza con “Denis” la causa della pessima performance elettorale dei democratici. Però, messa per un attimo da parte la rabbia, l’ex braccio destro del Cavaliere sembra tranquillo soprattutto per un dettaglio: «Al Senato, ormai lo sanno tutti, siamo decisivi.

(altro…)

Read Full Post »

Older Posts »