Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘terrorismo’

Annunci

Read Full Post »

A Londra l’ennesimo attentato ci ricorda quanto siamo vulnerabili, a prescindere da quanti soldati piazziamo sulle strade, dalle telecamere che ci riprendono, da quanto siamo spiati.
L’attentatore di cui è ancora ignota l’identità, ha investito delle persone, aggredito dei poliziotti davanti la sede del Parlamento: armato di un auto e di un coltello. (altro…)

Read Full Post »

attentati

Viaggio nei quartieri occidentali della metropoli turca teatro degli ultimi attentati. Da Besiktas a Ortakoy, anche per il turismo è la crisi più nera.

“Qui non siamo al sicuro” tra gli europei di Istanbul che scelgono di ripartire.

ISTANBUL – «La metafora dell’albero”, dice. Se lo scrolli, i frutti più maturi, i meno solidi cascano. «Mollano. Se ne vanno, capisci?». Gli altri restano appesi, e affollano i ristoranti come questo. «Là davanti, a destra, ecco, quella è la moschea blu», dice. Il Corno d’Oro. La lunga fila di vetrate della sala del Vogue, al tredicesimo piano di una torre moderna a Besiktas, è una cartolina struggente di una città che toglie il respiro. Di fronte, oltre il Bosforo, le mille luci della Istanbul araba. A sinistra, la vista dell’intera finestra è dominata dal primo ponte. È illuminato di rosso. Come il sangue che scorreva lì sotto, ieri sera.

(altro…)

Read Full Post »

torri-gemelle

A 15 anni dalle Torri Gemelle il caos domina Medio Oriente e Nord Africa. L’Occidente ha intaccato libertà civili e principi per contrastare prima al Qaeda e poi l’Isis. E si riaffaccia lo spettro della guerra fredda.

La polvere scaturita dai crolli immani restò sospesa giorni e giorni sopra le macerie delle Due Torri, una nube grigia e viscosa, lugubre e minacciosa. Ognuno di noi ci si tuffò dentro come per espiare la colpa d’essere vivi: i newyorchesi piangevano dinanzi allo scempio e al sapore di morte che aleggiava sulle rovine; igiornalisti dovevano raccontare il dopo attentato, l’inchiesta, il dolore dei parenti delle vittime, la città annichilita. Si andava laggiù, downtown, come in pellegrinaggio, disorientati nel cuore e nella mente. Andammo a respirare l’aria greve e polverosa della fine di un mondo, di un’epoca, consapevoli che sarebbe tutto cambiato. La Pax Americana era seppellita lì sotto, non solo simbolicamente. Tutto sarebbe stato diverso. Nel modo di vivere. Di far politica. Di parlare. (altro…)

Read Full Post »

Aiutiamola

Barbara Lezzi

La Boschi: “Nuova Carta Costituzionale per combattere il terrorismo”
Aiutiamola, è convinta che sconquassando la Costituzione risolverà la questione del terrorismo e magari pure la fame nel mondo.

Read Full Post »

Nizza“Il killer aveva complici e non ha agito da martire”. Il selfie prima del massacro.

NIZZA – La storia della strage del 14 luglio va riscritta. Ne va certamente riavvolto il nastro. Perché troppe cose cominciano a non tornare. Perché, per dirla con una qualificata fonte dell’Intelligence francese, «più l’inchiesta va avanti, più è ragionevole ipotizzare che Mohamed Lahouaiej Bouhlel non sia il solo protagonista di questa vicenda. Che fosse parte di un piano in cui qualcosa non è andata per il verso giusto. O comunque non come era stato fatto credere a Mohamed che dovesse andare. Sicuramente, il comportamento di Mohamed prima e durante la strage non è stato quello di un martire. Sicuramente nella corsa di quel tir sulla Promenade des Anglais c’è qualcosa che non torna.

(altro…)

Read Full Post »

bangladesh-terrorismo-migranti

Read Full Post »

Older Posts »