Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘presidente della repubblica’

NardiRiusciranno i nostri eroi a ritrovare il terzo fratello?.

NELLE AGIOGRAFIE PROLIFERATE IN POCHE ORE SU TUTTI I GIORNALONI D’ITALIA NON VIENE MAI CITATO L’ALTRO MATTARELLA: L’ANTONINO RACCONTATO DAL FATTO.

La lingua, per il giornalista italiano medio, è un muscolo involontario molto più di quell’altro. Quindi è naturale che, dopo aver leccato per nove anni consecutivi Re Giorgio I e II, dopo la sua abdicazione avvertisse un grande vuoto e garrisse all’impazzata alla ricerca di un altro leccalecca. L’horror vacui, per fortuna, è durato meno di due settimane. Poi, al primo affacciarsi di Sergio Mattarella, la Lingua Unica della stampa italiana s’è subito riposizionata umettando le grisaglie del Candidato senza neppure aspettare l’elezione. Mal che vada, si son detti i leccatori, facciamo un po’ di allenamento in attesa del prossimo. Non sia mai che il muscolo, a causa dell’inazione, si atrofizzi e si lasci cogliere impreparato alla bisogna. (altro…)

Annunci

Read Full Post »

Il voto
La vigilia
Nell’attesa della votazione di domani mattina, che potrebbe essere decisiva, ciò che Renzi deve temere è che i suoi avversari nel Pd tentino la rivincita, e che Alfano e Berlusconi non cerchino di far saltare il banco.
PAURA , molta paura. Trenta ore – a contare da adesso – non passano mai. Due notti – a contare da ieri – possono portare nei sonni di mille persone qualsiasi sogno, o di incubo. Se si tratta di eleggere il presidente della Repubblica possono logorare il più degno dei nomi, il più nitido dei disegni. Matteo Renzi avrebbe voluto la quarta votazione stasera, dalle sette a mezzanotte. Subito, si chiuda subito. Gli addetti alla buvette di Montecitorio erano già allertati: turno extra di piadine e supplì, straordinario garantito. Invece no, le sabbie mobili delle procedure che tutto ingoiano e rallentano hanno inflitto all’Uomo dell’Attimo – così lo chiamano, Renzi, in tanti anche fra gli amici: il mago della gestione dell’attimo – la consueta tortura. Bisogna aspettare domani.

(altro…)

Read Full Post »

Le forze in campo

Read Full Post »

Il colle-di-babele

Read Full Post »

Da più parti si sente dire che il presidente della Repubblica debba avere un profilo di “padre”. Non so quanto sia costituzionalmente congruo, certo lo è psicologicamente. Ricordo lo scompiglio e il malessere indotti dalle intemperanze di Cossiga: pareva impossibile, e faceva paura, che al Quirinale abitasse un non-saggio, un destabilizzatore. “Padre” (e allo stesso modo “madre”) significa punto fermo, certezza, affidabilità. E significa (o dovrebbe significare) anche autorevolezza, facoltà di ricondurre alla Legge — la Costituzione repubblicana — anche i dissidi più animosi. Mi chiedo di quanti “padri” e di quante “madri” disponiamo, qui e oggi, noi italiani. (altro…)

Read Full Post »

ProdiBindi: ok al Professore, va sanata la ferita dei 101 L’ex segretario Pd attacca Renzi anche sul “Salva-Silvio”.  
ROMA – Pierluigi Bersani candida Romano Prodi per il Quirinale e bacchetta Matteo Renzi sulla vicenda del “salva Silvio”. L’ex segretario del Pd esce allo scoperto sul candidato al Colle e dice: «Non voglio fare nomi, ma io sono quello lì. È immaginabile ripartire da dove ci si è fermati. Non ho bisogno di dire niente altrimenti poi Prodi si arrabbia». Rosy Bindi prende la palla al balzo e rilancia anche lei l’idea del Professore presidente: «Non faccio nomi e cognomi, — dice — ma bisogna ripartire da lì, dalla vicenda dei 101, da quella ferita che sanguina ancora».

(altro…)

Read Full Post »

renzi-napolitano-berlusconi-verdini

L’altro giorno, fra le notizie in breve, i giornali hanno riferito dell’arresto a Podgorica (Montenegro) di Massimo Romagnoli, 43 anni, e di due suoi presunti complici romeni, per ordine del procuratore distrettuale di New York Preet Bhararaa, al termine di un’indagine della Dea, l’agenzia statunitense antidroga. Le accuse vanno dal terrorismo internazionale alla cospirazione al traffico d’armi per la vendita, fra l’altro, di lanciamissili e mitragliatori ai terroristi colombiani delle Farc (con tanto di certificati d’acquisto fasulli per far passare la merce alla dogana). L’aspetto avvincente dell’operazione è che Romagnoli è stato dal 2006 al 2008 un deputato italiano, ovviamente di Forza Italia, nonché responsabile del gruppo degli europarlamentari forzisti e sei anni fa, scaduto il mandato, l’allora ministro degli Esteri Franco Frattini lo inserì nel direttivo della Conferenza dei giovani italiani nel mondo; nell’aprile scorso infine Romagnoli fu promosso sul campo vicepresidente del Club Italiani nel Mondo e membro del Comitato di presidenza di Forza Italia in Sicilia, presentato da Silvio B. in persona. (altro…)

Read Full Post »

Older Posts »